23 ottobre 2009

L'angolo della Tata: come togliere il pannolino notturno

Care maddine, continuiamo a leggere le domande e le risposte fatte alla nostra Adriana. oggi nel forum troverete altre cinque nuove risposte della Tata.

Cara Tata,
sono mamma di una bimba di 5 anni che non ha mai imparato il controllo della pipi' durante la notte.
Anche se fa' pipi' sempre prima di andare a dormire, se beve poco alla sera lei non si sveglia e bagna quasi tutte le notti.

Le metto ancora il pannolino e lei non fa' storie.
Una cosa particolare e' la posizione: lei fa' pipi' sempre nell'angolo tra il letto e il muro, proprio in quello spazio che si crea, tanto che quando provavo a non mettere il pannolino a volte il letto non si bagnava, solo il pavimento.

Per me e' difficilissimo svegliarla in piena notte e portarla in bagno, le camere sono al 1° piano e dovrei scendere giu' con lei addosso che pesa 22kg!
Spero comunque di ricevere da lei qualche consiglio.
Grazie in anticipo
Miry

Cara Miry,

sono molti i bambini dell'età di tua figlia (e oltre) che continuano a bagnare il letto. Il 10% dei bambini di 6 anni bagna ancora il letto, mentre solo il 3% dei ragazzi di 14 anni continuano a farlo. Nella maggioranza dei casi il comportamento declina con il passare del tempo. Il fatto che tua figlia l'abbia sempre fatto, mi porta a pensare che non sia una manifestazione di disagio riguardo qualche recente evento, ma che lei sia proprio fatta così.

A volte il sonno è talmente pesante che non ci si sveglia; a volte si sogna proprio di essere in bagno a fare pipì (forse le volte che va nel suo angolino); a volte "il colpevole" è una vescica immatura. Ci sono alcuni studi che suggeriscono che l'enuresi notturna sia una condizione ereditaria e più presente nei bambini con allergie o difficoltà di apprendimento.

Normalmente il bagnare il letto non è una situazione permanente, ma bisogna anche considerare che, anche se no si tratta di una cosa grave, potrebbe comunque avere degli effetti negativi sul bambino in questione e anche sulla sua famiglia. I bambini dell'età di tua figlia che continuano a bagnare il letto spesso si sentono imbarazzati e tendono ad isolarsi (niente pigiama party per loro, per esempio). Spesso ne risente la loro autostima. Se aggiungiamo anche genitori frustrati, o arrabbiati, o ancor peggio, imbarazzati, allora la percezione di sé si abbassa ancora, perciò bisogna ricordarsi di essere sempre comprensivi con loro.

Per adesso ti consiglio due cose: evita di metterle il pannolino la sera. Proteggi bene il letto con una cerata e vedi cosa succede. Se bagna il letto, non farne una tragedia. Cambia le lenzuola, lava lei e cambiale il pigiama, ma è importante che possa sentire il bagnato addosso, per poter rendersi conto quando sta facendo la pipì. Se continua ad indossare il pannolino, non se ne potrà accorgere. Esistono anche in commercio dei dispositivi elettronici che emettono un suono quando il bambino inizia a bagnare il letto, permettendogli di svegliarsi e di finire di urinare in bagno.

E' una buona idea svegliarla durante la notte per fare le pipì. Da quello che mi racconti però, mi sono fatta l'idea che tu non la svegli, ma la alzi soltanto. Ciò non serve a nulla, perché da un lato eviti sì la conseguenza del problema (bagnare il letto), ma non rimedi al problema stesso (non accorgersi di bagnare il letto.)

Fai bene anche ad evitare o a contenere la quantità di liquidi che le dai alla sera. Ricorda però che le minestre in brodo o passate, molte verdure (specie se crude) e la frutta contengono molta acqua.

Se vedi che la situazione non migliora, parlane con il tuo pediatra per eliminare qualsiasi dubbio di una possibile infezione alle vie urinarie, molto frequenti nelle bambine e nelle ragazzine.

Grazie di avermi contattato!
Adri